Come Recuperare una Sedia

Da piccole non avevate la classica seggiolina di legno? E magari ora giace da qualche parte in soffitta od in cantina? Beh, io l’avevo e visto che era malconcia e malandata ho deciso di recuperarla con il fai-da-te ed il risultato è stato davvero carino! Ecco come ho fatto

Come prima cosa bisogna scartavetrare la seggiolina utilizzando della carta abrasiva a grana fine per non rovinare il legno

Una volta scartavetrata ed eliminate i residui di vernice pre esistenti si valuta lo stato della seggiola, mettendo ove necessario qualche chiodino per migliorare l’assetto (questo solo se la seggiola traballa)

A questo punto si deve stendere una prima mano di antitarlo e lasciarla asciugare per 1 giorno intero. Se vi sono molti forellini di tarlo è bene siringarvi l’antitarlo con una classica siringa da iniezioni.

Se vi sono molti forellini di tarlo è bene siringarvi l’antitarlo con una classica siringa da iniezioni.

Il giorno seguente si stende una seconda mano di antitarlo se ve ne è la necessità e si lascia sciugare per un altro giorno

A questo punto si deve riempire i forellini dei tarli con una cera neutra per rendere il legno omogeneo

Una volta solidificata la cera o pasta di cera si liscia ulteriormente la sediolina con una carta levigante molto fine nei punti in cui è stato aggiunta la cera

A questo punto si può procedere con la verniciatura della seggiolina.

Si lascia asciugare per circa 1 giornata

Il giorno dopo si possono attaccare degli stencil adesivi e poi dare il flatting una vernice opaca o lucida (come si preferisce) impermeabile che protegge il colore ed una volta asciutta la sedia è pronta. Se la si vuole rivestire è possibile seguire questa guida su Unitiallameta.it.

Oppure, se si vuole si può mettere al posto degli stencil adesivi dei ritagli di figure o di forme di carta, ad esempio carta dei tovaglioli, attaccandoli alla sedia con la colla vinilica mista ad acqua (50:50) e lasciando asciugare per un giorno il tutto per poi ricoprire tutta la seggiola con il flatting lucido od opaco ed utilizzarla una volta asciutta

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *